Festival del Cinema europeo: i premiati della 16esima edizione

5
79

È stato un festival di qualità, ricco e interessante nonostante il budget dimezzato rispetto allo scorso anno.
Gli organizzatori, Alberto La Monica e Cristina Soldano, hanno messo a punto un progetto che ha rispettato le attese del pubblico che anche quest’anno ha affollato le sale del Massimo di Lecce in occasione della 16esima edizione del Festival del Cinema Europeo.
Chiusura col botto per la kermesse che, per una settimana, ha trasformato la città in una piccola Hollywood.
Sabato sera le premiazioni delle pellicole in gara.
Ulivo d’oro al film turco “Song of my mother”, di Erol Mintas.
Premio speciale del pubblico allo svedese “My Skinny Sister” di Sanna Lenken.
Premio Emidio Greco al cortometraggio “La Baracca”, di Alessandro De Leo e Federico Di Corato.
Per la sezione Puglia Show ha vinto il corto “Destination de Dieu” di Andrea Gadaleta Caldarola. Menzione speciale per “Cala Paura” di Gianluca Marinelli.
Infine, il premio Mario Verdone è andato all’opera prima di Sebastiano Riso, “Più buio di mezzanotte”.
Sul palco, come ogni anno, i fratelli Carlo, Silvia e Luca Verdone.
Lo stesso Carlo ha poi consegnato l’Ulivo d’oro alla carriera ad una spumeggiante Paola Cortellesi.
Parterre d’accezione per la serata finale della rassegna: Milena Vukotic, ulivo d’oro alla carriera anche per lei, Claudio Bisio, Pappi Corsicato, Bruno Torri, Neri Parenti, Riccardo Milani, Maccio Capatonda, Herbert Ballerina.
“Questa rassegna – ha sottolineato il primo cittadino, Paolo Perrone- non è solo lustrini e paillettes, ma è uno tra i migliori biglietti da visita per promuovere il territorio”.

5 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui