Feste e concerti: alcuni appuntamenti per sabato 13 agosto

1
10

A NOCIGLIA
Santu Donnu, Re degli uliveti, “non santo” dei campi, rinnova la sua festa di agosto nel cuore del Parco dei Paduli, nello scenario incantato di Nociglia Fontana, piccola contrada incorniciata da imponenti alberi di querce, tra canali, canneti e distese di ulivi secolari.
Come ogni anno l’appuntamento è per il 13 agosto a Nociglia, in località “Fontana”, luogo scelto dalla comunità nocigliese per rinnovare questo rito arcaico la cui tradizione si perpetua dal 1949, anno in cui la statua di Santu Donnu arrivò a Nociglia.
A partire dalle 17.00, con raduno in piazza Ruggieri, la statua, trasportata da un’apecar, si muove alla testa di una festosa carovana di biciclette, in direzione della contrada in cui, alle ore 18.00 si celebra una piccola funzione religiosa, momento di sentita aggregazione popolare e senso di comunità.
A partire dalle 20.30, in località Fontana (S.P. Nociglia-Supersano), si aprono gli stand enogastronomici, allietati dagli ottoni e dalle marce della banda musicale e dai ritmi della tradizione popolare dei Pathos, dando il via ad una festa di piena e autentica convivialità, in cui il fervore popolare viene amplificato dalla suggestione delle scenografie naturali e di una storia misteriosa e affascinante.
info: 340 0541676
A COPERTINO
Alle 21 (ingresso libero) in Piazza Del Popolo a Copertino, in provincia di Lecce, nell’ambito della rassegna “Io che amo solo te” il pianista e compositore Emanuele Tondo proporrà i brani di “Sguardo a Sud-Est”, nuovo lavoro discografico prodotto dall’etichetta Dodicilune, distribuito in Italia e all’estero nel circuito IRD e nei migliori store digitali. Il pianista, originario di Copertino, si esibirà in piano solo e sarà affiancato in alcuni brani dal contrabbassista Andrea Colella. Il cd propone sette composizioni originali del musicista – che raccolgono, in varie fasi, quattro anni di esperienze e di incontri artistici consolidati nel periodo di permanenza in Veneto – e due classici come My Ideal di Leo Robin, Newell Chase e Richard A. Whiting e I’ll Be Seeing You di Irving Kahal e Sammy Fain. «Molti brani hanno come titolo il nome stesso della località in cui ho vissuto e altri invece nomi di persone a cui mi sono legato», sottolinea Tondo. «Ho voluto fissare indelebilmente questi ricordi attraverso la musica e per mezzo di essa dar vita a tutti gli stati d’animo che mi hanno reso felice e tristemente abbattuto. Sono debitore verso la musica perché mi ha dato la possibilità di raggiungere l’essenza vera e autentica della vita».
A LIDO PIZZO
Proseguono gli appuntamenti del Cotriero di Gallipoli, località Lido Pizzo. Sabato 13 agosto (ore 18 – ingresso libero) ai piatti Gopher – poliedrico musicista e dj salentino, amante della musica soul e delle sonorità più ricercate della musica giamaicana – proporrà una selezione in vinile dedicata al funk, r’n’b e blues. Dopo aver mosso i suoi primi passi musicali sulla scena punk degli anni ’80, negli anni ’90 è stato uno dei membri dell’Isola Posse All Stars con la quale ha partecipato alla realizzazione di Stop al panico, brano cult del rap in italiano, poi dei Sangue Misto, altro nome di culto dell’hip hop nostrano. Ha militato anche nei Sud Sound System, di cui ha fatto parte tra il 1995 e il 1998 partecipando al pezzo Ilenu (Veleno), e all’album Comu na petra. In seguito ha realizzato diversi album sia come come Gopher che come Unto Ke e King Bleso. La storia di Gopher e dei suoi dischi è senz’altro uno spaccato chiaro della storia della musica ragga hip hop funk italiana.
Domenica 14 agosto si aspetterà il Ferragosto dalle 22 (ingresso libero) con Cotriero circus, una serata con giocolieri, artisti e musicisti di strada. Tra gli ospiti la BeDixie, band composta da otto musicisti che ci riportano indietro nel tempo ad omaggiare lo stile Dixieland di New Orleans degli anni ’20. Uno spettacolo rigorosamente in acustico che trova la sua massima espressione per strada, così come dalla tradizione bandistica da cui i musicisti provengono, sullo stile delle Marching band dando come risultato un intreccio polifonico, uno sviluppo armonico collettivo in cui ogni vuoto viene colmato in modo da non infrangere il rigoroso impasto sonoro. Sei fiati e due percussioni iniziano il loro viaggio dal Jazz delle origini di New Orleans per spaziare con la loro musica allo swing e volando nel tempo e nelle musiche del mondo fino alle fanfare balcaniche.
Gli appuntamenti proseguiranno (ore 18 – ingresso libero) con The black in the deeptech (15), Resina Sonora (16), The crowsroads (17), Malavida (18), La chirurgia etica (18), Caffè Cinaski (20), Carlo Chicco (21), Maurizio The NexTone (23), Raina da Villa Ada (24).
Info 3406662833
A LECCE
Continuano gli appuntamenti firmati da Fredy Franzutti per il Balletto del Sud ed inseriti nel calendario degli eventi estivi del Comune di Lecce, “Lecc’è 2016 Festival”.
Sabato 13 agosto, è la volta di Carmen”, prevista anche domenica 21 agosto (sipario ore 21, prevendita biglietti Castello Carlo V, tel. 0832.246517, e Balletto del Sud, tel. 0832.453556).
La “Carmen”, balletto in due atti di Fredy Franzutti, ha avuto circa 90 repliche nei più prestigiosi teatri e festival internazionali, fra cui Taormina e Tirana ed ha inaugurato il teatro di Pompei, ed è uno dei titoli di punta del repertorio del Balletto del Sud. Della celeberrima eroina creata dalla fantasia di Prosper Mérimée, Franzutti esalta il carattere della bellezza medusea, che seduce il pubblico di sempre anche grazie alla popolarissima musica di Georges Bizet.
“Carmen” è ambientata in una Spagna in cui predomina la componente esotica di una terra che fu crocevia di popoli e culture. Alle musiche di Bizet si affiancano opere di altri autori (Albéniz, Chabrier e Massenet) che guardano nella stessa maniera il paese e il popolo spagnolo dalla raffinatissima Parigi. Il modo in cui i personaggi vivono elementi come il fato, il destino avverso, la superstizione, la passione, il tradimento, la gelosia fino all’omicidio d’onore è tutt’ora invariato in produzioni teatrali o cinematografiche contemporanee a cui la coreografia fa riferimento.
Il cast:
Carmen: Nuria Salado Fusté
Josè, giovane soldato: Carlos Montalvan
Escamillo, il torero: Alessandro De Ceglia
Zuniga, capitano delle guardie: Alexander Yakovlev
Micaela, primo amore di Josè: Martina Minniti
Sigaraie, Soldati, Zingari: Federica Resta, Francesca Raule, Martina Minniti, Francesca Bruno, Alice Leoncini, Beatrice Bartolomei, Luca Rimolo, Stefano Sacco, Lucio Mautone, Ciro Iorio, Alexander Yakovlev
A FAGGIANO
Prosegue il tour di presentazione di Halfway to dawn (sing a song of Strayhorn) nuovo progetto discografico della cantante tarantina Antonella Chionna, affiancata dal chitarrista Andrea Musci, prodotto dall’etichetta Dodicilune, in distribuzione in Italia e all’estero nel circuito IRD e nei migliori store digitali. Sabato 13 agosto (ore 22) il duo tarantino sarà tra i protagonisti della serata conclusiva dello Jonio Jazz Festival di Borgo San Crispieri di Faggiano, in provincia di Taranto. Subito dopo sul palco il progetto Shemà con Daniela Spalletta (voce) e Donatello D’Attoma (piano) e Hot Jazz Quartet con Kim Plainfield (batteria), Mark Sherman (vibrafono), Maurizio Rolli (basso) e Angelo Trabucco (piano). Nei prossimi giorni il tour proseguirà al Peperoncino Jazz Festival di Amantea, in provincia di Cosenza (21 agosto), a La luna e i calanchi: Festival della Paesologia di Aliano, in provincia di Matera (24 agosto), e nel cortile del Must di Lecce (1 settembre).
Nel centenario della nascita di Billy Strayhorn (1915-1967), Antonella Chionna decide di approfondire la figura dell’arrangiatore, compositore e pianista statunitense, noto soprattutto per la sua trentennale collaborazione col compositore e direttore d’orchestra Duke Ellington, per il quale compose e orchestrò molti dei brani che resero famosa la sua orchestra. Un percorso musicale audace che rivisita tredici composizioni di Strayhorn. Ad accompagnarla in questo viaggio il chitarrista e compositore Andrea Musci. Il progetto nasce nelle aule del Conservatorio di Musica “Nino Rota” di Monopoli; un duo “atipico” nella concezione del suono e nella scelta dei materiali oggetto di studio e rielaborazione, un dialogo a due tra “voci” che sanno spaziare dalla tradizione alla sperimentazione in uguale misura, senza perdere di vista l’importanza del ruolo ricoperto dall’improvvisazione. La loro rilettura di “Left alone” è presente nell’antologia “Hunger And love : tribute to Billie Holiday” (Dodicilune, 2015). Su Youtube è disponibile il videoclip – diretto dal regista Peppino Ciraci – di “Satin Doll/Take the A Train”.
A LECCE
La Casa della Carità di Lecce e l’Associazione Nireo tornano a collaborare dopo i grandi successi degli anni scorsi. Anche in questo caso sarà la splendida cornice del teatro Romano di Lecce ad ospitare l’omaggio a Lucio Battisti per il terzo concerto della quarta edizione del ciclo “Must in song” che, all’interno della rassegna estiva del Comune di Lecce “Lecc’è” realizzata dall’assessorato al turismo e spettacolo guidato da Gigi Coclite, è organizzata dal critico musicale Eraldo Martucci.
L’appuntamento, che ha fatto già registrare il sold out, è per sabato 13 agosto, alle 21.30 al Teatro Romano. Protagonista sarà la voce di Michele Cortese, il bravissimo cantautore e rocker di Gallipoli vincitore l’anno scorso del più importante festival che si svolge in America, quello di Viña del Mar in Cile. In questo concerto Cortese omaggia Battisti, un gigante della canzone d’autore italiana con 20 fra le sue canzoni più intense, accompagnato dal “Faber ensemble”, formato dalla voce di Rachele Andrioli, e da Daniele Vitali al pianoforte, Carolina Bubbico alle tastiere, Roberta Mazzotta – violino, Valentina Marra – violino, Claudia Russo – viola, Emanuele Coluccia – sax, Andrea Perrone – tromba, Gaetano Carrozzo –trombone, Davide Sergi – chitarra, Massimo Donno – chitarra, Francesco Pellizzari – batteria, Stefano Rielli – basso.
Ingresso: 13 euro. Prevendita: Castello Carlo V. Telefono: 0832 246517; Youmusic, Piazza Mazzini 71, tel. 0832 301570; Gift, Via 147mo Reggimento Fanteria, tel. 0832 332011; Principe, Via V. Emanuele 7, 0832 302050; Must, Via degli ammirati 11, tel. 0832 241067. Parte dell’incasso sarà donato a favore della Casa della Carità di Lecce

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui