FESTIVAL DEL CINEMA EUROPEO: CIAK, SI PREMIA!

0
31

1
 
 
 
 
 
 
 
 
Il XVIII Festival del Cinema Europeo comincerà con un omaggio a Totò in occasione del 50° anniversario della sua scomparsa.
Da lunedì 3 aprile, fino a sabato 8, le sale del Massimo accoglieranno i più grandi nomi del cinema internazionale.
Questa mattina al Must di Lecce la conferenza stampa di presentazione dell’evento, alla presenza, fra gli altri, del sindaco Paolo Perrone e dell’assessore regionale al Turismo, Loredana Capone. Dunque, per l’inaugurazione lunedì sera sarà proiettata l’anteprima mondiale del restauro di “Chi si ferma è perduto”, di Sergio Corbucci L’opera di restauro, curata dalla Cineteca di Bologna e da Titanus, è stata realizzata presso il laboratorio L’Immagine Ritrovata, con il contributo del Festival del Cinema Europeo. La proiezione sarà presentata dal direttore della Cineteca di Bologna Gianluca Farinelli alla presenza della nipote del Principe De Curtis, Elena Alessandra Anticoli De Curtis.
Tra gli ospiti più attesi ci sono Valerio Mastandrea e Isabella Ferrari insieme a Francesco Maselli ma soprattutto il regista Stephen Frears che approderà nel Salento  per la chiusura della manifestazione, l’8 aprile. Il festival e’ diretto da Alberto La Monica e Cristina Soldano. L’omaggio a Stephen Frears – spiegano — fa parte della sezione del Festival “I Protagonisti del Cinema Europeo” e prevede la consegna dell’Ulivo d’Oro alla Carriera
Dodici i film in anteprima nazionale selezionati dal Comitato di Selezione composto da Cristina Soldano, Alberto La Monica e Luigi La Monica. Tutti i film in concorso saranno presentati dai registi che incontreranno il pubblico al termine della proiezione.
Accanto alla sezione competitiva, la manifestazione salentina propone numerosi spazi di approfondimento, sezioni dedicate a cortometraggi e a documentari che rappresentano un percorso di ricerca di nuovi temi e di nuovi linguaggi audiovisivi.
Per il quinto anno consecutivo, il Festival del Cinema Europeo, insieme al Centro Nazionale del Cortometraggio e d’intesa con la famiglia, attribuisce un Premio in memoria del regista Emidio Greco, con l’intento di premiare un giovane autore italiano (massimo 35 anni) per il suo talento nella realizzazione di un cortometraggio.

Il Comitato di selezione è composto da Jacopo Chessa (Direttore Centro Nazionale del Cortometraggio), Lia Furxhi (Presidente AIACE Nazionale) e Alberto La Monica (Direttore Festival del Cinema Europeo) e la Giuria costituita dalla Famiglia Greco decreterà il vincitore.

2

Per il Puglia Show, tradizionale concorso riservato a giovani registi pugliesi under 35 anni (sezione curata da Luigi La Monica) sono state scelte 14 pellicole.

Immancabile il premio dedicato a Mario Verdone. La novità di quest’anno è che a questa sezione accederanno 10 film.

Per Loredana Capone si tratta di una manifestazione che promuove la qualità. “In questo progetto – ha commentato durante la conferenza di presentazione – c’è una presenza salentina rilevante. La Regione lo supporta proprio perchè crede nella crescita del territorio anche attraverso percorsi culturali come quello del Festival del Cinema Europeo”.

Per Perrone è “uno degli eventi più significativi che promuove anche il marketing territoriale. Basti pensare – ha detto – a tutte le produzioni cinematografiche che sono state realizzate a Lecce e provincia”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui