Boni e Pedrini…la strana coppia

0
19

Una coppia inedita, un attore e un cantante, divisi da percorsi artistici diversi, si ritrovano sullo stesso palco per condividere esperienze ed emozioni. I due sono Alessio Boni e Omar Pedrini, due protagonisti della scena artistica italiana, Boni attore teatrale e cinematografico e televisivo, sul piccolo schermo si è appena conclusa la serie in cui era protagonista “La strada di Casa” e Pedrini, cantautore e chitarrista, ex leader dei Timoria, per la prima volta si trovano a lavorare insieme in  66/67 un concerto – racconto, tra confessioni e canzoni che hanno segnato un’epoca. Affollata la tappa salentina: sabato scorso i due amici si sono esibiti al Teatro Comunale di Nardò.

La coppia Boni – Pedrini ha inaugurato ufficialmente la stagione di prosa dell’undicesima edizione della stagione teatrale del Teatro Comunale, realizzata in sinergia tra Amministrazione Comunale di Nardò, Teatro Pubblico Pugliese e la compagnia TerramMare Teatro.

I due raccontano la loro amicizia servendosi dei testi delle canzoni che più di altri hanno segnato la loro crescita personale e artistica. Sul palco, si alternano nella lettura e nell’interpretazione dei brani, partendo da John Lennon a Lou Reed, e poi i Pink Floyd, Simon & Garfunkel, David Bowie, Bob Marley e molti altri, che in 40 anni di musica, dagli anni ‘60 ad oggi, hanno nutrito i sogni e le emozioni di diverse generazioni.

Uno spettacolo nato per coinvolgere totalmente il pubblico, e per dare maggiore risalto alla poeticità dei testi, oltre che alla bellezza della musica.

 “Questo – sottolinea Alessio Boni, è uno spettacolo che nasce da un’amicizia e da una serie di coincidenze. A dividere me e Omar Pedrini è solo un anno (io sono del 1966, lui del 1967),da qui ci siamo scambiati i sogni: io, da piccolo, avrei voluto fare la rockstar, Omar l’attore. Forse i nostri desideri incompiuti ci hanno dato la spinta per creare questo spettacolo. Cresciuti con gli stessi riferimenti musicali, siamo entrambi convinti che alcune canzoni siano poesie. Poesie spesso perdute, perché i testi sono per la maggior parte in inglese e non tutti li comprendono. Lo scopo di questo concerto è di raccontare il contesto, spiegare il testo di una canzone, per poi farlo apprezzare a pieno con musica e canto”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui