Mascia, lo chef delle “stelle”, incanta i salentini

0
100

Agrogepaciok è come una scarica di adrenalina che lascia il segno. È quasi come partecipare ad un concerto rock dove le band che si esibiscono sono le brigate di cucina e i frontman sono quegli chef che hanno fascino da vendere e brillano di stelle proprie. Nell’ultima giornata del Salone Nazionale della Gelateria, Pasticceria, Cioccolateria e dell’Artigianato, il quartiere fieristico di Lecce si è acceso grazie alla presenza di nomi blasonati del mondo culinario. Fra tutti, senza nulla togliere agli altri, Massimiliano Mascia, chef 2 stelle Michelein, direttamente dal Ristorante San Domenico di Imola. Il suo “showcooking”, mano a dirlo, affollatissimo, è stato uno spettacolo vero e proprio. In pochi minuti ha realizzato alcune delle sue ricette cult: minestra di marroni di Castel Del Rio, cappelletti di cotechino in brodo di verze e baccalà mantecato all’olio extra vergine, crema di rapa rossa e purea di broccoli. Ricette dal marcato sapore del nord in cui, tuttavia, non mancano toni pugliesi. Lo ha confermato lo stesso Mascia: «La cucina salentina e pugliese è fatta di passione, qualità e materie prime eccezionali. Nel mio ristorante, in particolare, utilizzo un olio di Torremaggiore, in provincia di Foggia – ha spiegato – e poi i cardoncelli, perché hanno un gusto deciso e delicato che ben si adatta sia alle carni, sia al pesce».Che omaggio!

Fra gli appuntamenti clou del 14° Salone, la Giornata dedicata alla cucina giapponese con i maestri Hisao Yabe Katsuhide Saito, le dimostrazioni di alta pasticceria con il Team Italy Coupe du monde le patisserie 2019 formato da Andrea Restuccia, Mattia CortinovisLorenzo Pucainsieme al loro allenatore Alessandro Dalmasso, poi la premiazione, voluta da Agrogepaciok e Camera di commercio di Lecce, degli chef salentini Isabella Potì Floriano Pellegrino a capo del ristorante Bros’ di Lecce per la riconferma della stella Michelin.

Non c’è che dire, questa edizione è stata un grande successo in termini di numeri e presenze. Lo conferma un soddisfatto Carmine Notaro, presidente dell’Agenzia Eventi Marketing & Communication, la stessa che da anni porta avanti questo progetto.

«Siamo orgogliosi perché con questa fiera continuiamo a promuovere talenti, valorizziamo l’eccellenza nei settori del dolciario artigianale e dell’agroalimentare e continuiamo a portare sempre più aziende di tutta Italia a investire qui, al Sud, nel nostro Salento, per far crescere questo territorio». 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui