Emanuele Lucas, un artista salentino innamorato del varietà

0
117

Appena uscito, il 21 luglio scorso, il brano è stato scelto dall’emittente “Ciccio Riccio” come sigla di un suo programma radiofonico. Poi è schizzato in vetta su iTunes e il video ha avuto centinaia di visualizzazioni. Non poteva andar meglio per Emanuele Lucas, di Acquarica del Capo, e il suo primo lavoro “Posso fare il varietà”, prodotto da un altro salentino, Michele Elia, che ne ha curato gli arrangiamenti. Del disco dice che ha un “sapore “retró”, ma un colore fresco, moderno, e innovativo. Una fusione tra le atmosfere e i suoni del varietà televisivo e le sonorità pop-dance contemporanee. Una swing-dance dedicata a Raffaella Carrà, icona di un modo specifico di intendere la televisione e il talento”.
I testi sono stati scritti dallo stesso Lucas. “Sono molto preso dalla nuova esperienza, c’è molto di me in questo lavoro – afferma – ho scritto la maggior parte dei brani a Torre Pali o a Santa Maria di Leuca e inevitabilmente parlano del mare e della mia terra e inevitabilmente anche di sentimenti. Le melodie sono italiane, arrangiate con nuovi synth”.
Il cantante acquaricese ha mosso i primi passi nella musica già da piccolo, trasferitosi a Roma per studiare, si è laureato al Dams, ha iniziato da subito a lavorare in diverse produzioni teatrali. Si è fatto conoscere al grande pubblico con la partecipazione al programma di Pippo Baudo, ‘900; successivamente ha calcato i palcoscenici prendendo parte allo spettacolo “Le relazioni pericolose” con Corrado Tedeschi e Lorenza Mario, e partecipando poi al talent show “The voice of Italy 2012” nella squadra di Raffaella Carra. Un’esperienza che gli ha insegnato molto.
“Grazie a The voice e alle dritte date da Raffaella ho trovato la spinta e lo stimolo giusto per scrivere – continua – la Carrà mi ha dato più fiducia in me stesso, ho acquisito una nuova consapevolezza di me stesso e in base a questa ho iniziato a riformulare il mio lavoro e ho iniziato a sperimentare nuove espressioni vocali e a trovare una collocazione artistica più consona a quello che sono adesso. E posso dire che sono molto orgoglioso di ciò che sto facendo e delle persone che lavorano con me”.
Ora Lucas è intento a promuovere il progetto, partecipando a diversi spettacoli in Salento e in Italia. Per lui, inoltre, si prospetta anche un viaggio in sud America. Ad esplorare nuovi mondi e nuove sonorità.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui