Aspettando il nuovo anno in piazza a Lecce: musica, amici e divertimento

2
109

La capitale del barocco torna a festeggiare nel cuore della città, in Piazza Sant’Oronzo, il nuovo anno con un concerto nel segno delle sonorità che hanno reso celebre Lecce e il Salento in tutto il mondo. Un appuntamento fortemente voluto dall’Amministrazione comunale di Lecce per concludere l’anno da Capitale Italiana della Cultura 2015.
Lecce e la sua provincia sono da sempre terra di passaggi, città attraversata dalla storia che ha lasciato tracce indelebili di culture lontane, incursioni che hanno arricchito il territorio, che hanno incontrato e sposato le tradizioni. Lecce come simbolo della modernità multietnica della nostra regione e non solo, approdo di nuovi linguaggi culturali dove i secoli hanno visto stratificarsi l’eredità di “greci e bizantini”. Crocevia di popoli dove, con il vento dell’Africa, quello del Mediterraneo e gli esotismi orientali giungono nuove culture. Tutto questo si ritrova anche nella musica che qui ha sonorità inedite frutto dell’incontro, della sperimentazione, della contaminazione tra tradizioni diverse, scrittura di una nuova musica contemporanea, di un suono globale.
Ed è proprio l’incontro il tema su cui è costruito questo progetto speciale nato e pensato per “La notte di San Silvestro” di Lecce.
Ospiti principali e maestri di cerimonia della serata saranno i Sud Sound System affiancati nel live dalla Bag a Riddim Band. Da 25 anni gruppo di riferimento e ambasciatori del nostro territorio nel mondo, non solo hanno collezionato tantissimi successi ma hanno anche incontrato musicisti provenienti da tutto il mondo e lanciato e prodotto nuovi talenti.
“Sta tornu” è il titolo del nono disco inciso dal gruppo reggae italiano più conosciuto all’estero. Un lavoro in cui si condensano la gioia, la speranza e l’impegno sociale che, da oltre ventitrè anni, caratterizzano lo spirito della band: anima black, sound giamaicano e ritmi salentini si fondono assieme ad influenze hip hop, dub-step, funk e rhythm & blues per dare vita ad una miscela unica, a una vena più sperimentale rispetto ai lavori precedenti. Sul palco insieme ai Sud Sound System si alterneranno, , Opa Cupa: con alle spalle quasi vent’anni di carriera, innumerevoli concerti e tournèe nazionali e internazionali, i salentini Opa Cupa si sono da sempre caratterizzati per la continua ricerca dell’incontro musicale tra le melodie dei Balcani e quelle tipiche del Sud Italia, arricchite di sfumature progressive jazz e funk, si esibiranno con Enzo Petrachi, esponente della tradizione musicale popolare salentina.
Sul grande palco di piazza Sant’Oronzo anche i Kalàscima, attivi da oltre 15 anni sono una una delle band più innovative del nuovo panorama della musica world italiana, che porta la musica popolare salentina fuori dal revival e delle ballate nell’aia per proiettarla nella modernità, “rigenerandola” attraverso la tecnologia, e Toni Tarantino and Mad Boxes, trombettista, cantante e beat boxer dal groove inconfondibile. La conduzione della serata sarà affidata a Toni Bonji.

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui