BTM 2020: i numeri del successo

0
57

Circa 20mila partecipanti tra visitatori, aziende, buyers, sellers e relatori: tutto esaurito per la  VI edizione di BTM – Business Tourism Management di scena a Lecce (Quartiere Fieristico) dal 20 al 22 febbraio.

Travel & Innovazione: queste le parole chiave scelte da Nevio D’Arpa, CEO e founder di BTM, che ha costruito il programma insieme a Mary Rossi, Event Manager dell’evento, seguendo diversi percorsi tematici: hospitality & destination, sostenibilità, digital strategy, innovation, food & wine.

Nevio D’Arpa (Ceo e Founder BTM Puglia) e Mary Rossi (Event manager BTM Puglia)

175 espositori, più di 300 aziende, 16 attività, spettacoli teatrali, sessioni formative con le scuole ad indirizzo turistico, 80 buyers internazionali provenienti da tutto il mondo. E ancora, startup e nuove tecnologie. Un programma ancora più ricco e avvincente rispetto alle edizioni precedenti.

Cavalieri Erranti (Teatro Koreja)

La convegnistica, quest’anno, ha fatto il salto di qualità, forte anche del prezioso supporto di un comitato scientifico creato ad hoc, composto da 5 professionisti dei macro-settori turistici che hanno selezionato gli argomenti più interessanti in termini di “travel and torurism”, comprese le tecnologie del futuro.

Rilevante, ai fini del successo ottenuto, l’impatto di BTM in Love e BTM tra le righe, due nuovi format che si sono aggiunti a quello già collaudato di BTM Gusto, sezione dedicata al TEG – turismo eno-gastronomico –  nella quale sono state presentate numerose case history, progetti e tavole rotonde, oltre a showcooking con ricette della tradizione pugliese.

Punto di forza è stato il B2B, l’incontro tra buyer e seller. Ottanta i buyer italiani e stranieri, accuratamente selezionati dall’organizzazione, dei settori MICE (meeting, Incentive, Convention, Exhibition)- LEISURE – LUXURY (Business e Wedding) e SPORT e TEG con provenienza da Italia, Inghilterra, Germania, Francia, Olanda, Danimarca, Svizzera, Ungheria, Lettonia, Russia, Ucraina, Canada, Stati Uniti e Australia. A loro sono state proposte attività̀ di matching, finalizzate alla conoscenza degli operatori e delle loro attività̀ turistiche. Nei 3 giorni precedenti al B2B, alcuni dei buyer hanno partecipato ad un Educational Trip (Fam trip) che li ha portati a scoprire e vivere alcune delle molteplici destinazioni uniche della Puglia.

Lo spessore della fiera si è manifestato anche grazie alla presenza e all’interesse manifestato dal Ministro alle Politiche Agricole, Teresa Bellanova che ha descritto BTM come “un’opportunità straordinaria per il territorio, per i visitatori e per gli espositori. Lo Stato – ha detto a margine dell’evento – è pronto a sostenere le imprese che investono, che creano opportunità di lavoro e che costruiscono futuro. Chi partecipa a BTM torna a casa ricco di competenze e di professionalità”.

Il Ministro Teresa Bellanova insieme a Nevio D’Arpa

Dello stesso tenore il messaggio lanciato dal Sottosegretario al Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Lorenza Bonaccorsi, anche lei presente alla manifestazione: “Dobbiamo lavorare sulla costruzione di percorsi di professionalizzazione di alto livello. Il settore turistico – ha sottolineato – è giusto che investa sulle competenze”.

Il Sottosegretario Lorezna Bonaccorsi insieme all’assessore regionale Loredana Capone

Strategie di marketing, creazione di partnership, networking, formazione e promozione: anche quest’anno BTM si è ritagliata un posto di tutto rispetto tra le fiere di settore, rafforzando la propria leadership tra le manifestazioni dedicate al “travel industry”.

Il tempo di aggiornare tutti i dati dell’edizione 2020, e poi saremo di nuovo al lavoro per il prossimo appuntamento.

La macchina organizzativa non si ferma mai.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui